Facoltà di Farmacia

Contenuti del sito

Menu di navigazione - Torna all'inizio


Contenuto della pagina - Torna all'inizio


Laurea in Farmacia Corsi ex DM 270/2004

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di laurea magistrale in Farmacia persegue l'obiettivo generale di conferire conoscenze e competenze utili ad operare, con elevata qualificazione, nei settori riconducibili alla produzione, controllo e dispensazione dei farmaci e dei prodotti per la salute. In particolare, il conseguimento della laurea in Farmacia e della relativa abilitazione professionale autorizza allo svolgimento della professione di Farmacista, ai sensi della direttiva CEE 85/432, e all'esercizio del complesso delle attività professionali preposte alla valutazione e al controllo dei numerosi passaggi ai quali i medicinali devono essere sottoposti a partire dalle fasi di produzione, fino allo stadio finale dell'introduzione in uso presso la popolazione.

Il corso di laurea in Farmacia si propone di conferire un insieme di conoscenze teoriche e pratiche in campo chimico, biologico, farmaceutico, farmacologico e tossicologico che, criticamente elaborate fino a formare un complesso consolidato e multidisciplinare di competenze, consentano ai laureati di prestare la propria qualificata opera nell'intera filiera del complesso processo che, dalla progettazione strutturale, porta alla produzione ed al controllo del farmaco secondo le norme codificate nelle farmacopee. In particolare, il corso di laurea in Farmacia fornisce una preparazione scientifica approfondita ed adeguata, per multidisciplinarità e qualità, ad operare in settori quali strutture ospedaliere e farmacie pubbliche e private e, più in generale, in tutti gli ambiti in cui sono previste le competenze scientifiche e professionali che costituiscono patrimonio del farmacista. Caratteristiche peculiari dell'ordinamento didattico proposto sono:

a)    la grande attenzione dedicata alle discipline medico-biologiche di base;
b)    lo spazio riservato, tra le attività formative caratterizzanti, alle discipline biologico - farmacologiche;
c)    l'inserimento, tra le attività formative affini o integrative, di corsi finalizzati ad integrare e consolidare la cultura medica e a fornire i necessari elementi di organizzazione aziendale e di tecnica della comunicazione.

Queste specificità rispondono all'esigenza di stimolare e consolidare, supportandolo con investimenti formativi, il ruolo innovativo che il Farmacista va assumendo nell'interazione con il medico, per una sempre più efficace scelta delle terapie farmacologiche, e con il pubblico, nei confronti del quale il Farmacista rappresenta, particolarmente in alcune realtà, il primo presidio medico. Coerentemente con le funzioni previste per il Farmacista nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale, il laureato in Farmacia ha anche peculiari conoscenze nel settore della distribuzione del farmaco e della corretta informazione al pubblico circa le caratteristiche terapeutico - tossicologiche dei principi attivi contenuti nelle forme farmaceutiche. Al conferimento di dette conoscenze contribuisce in misura rilevante il tirocinio professionale obbligatorio, per un periodo complessivo di 6 mesi (30 CFU), da svolgersi presso una farmacia aperta al pubblico od ospedaliera (per una quota massima di 3 mesi). Le competenze in farmacoepidemiologia e farmacovigilanza, integrate da quelle di cui si è detto sopra, consentono al laureato in Farmacia di educare il pubblico all'uso corretto dei farmaci e di svolgere, in questo modo, una funzione di rilevante valore sociale.

La formazione acquisita nelle discipline chimiche di base, chimico-farmaceutiche e tecnologico-farmaceutiche,associata a quella medico - biologico - farmacologica di cui si è detto, conferisce al laureato in Farmacia le competenze utili ad operare con efficacia nella preparazione e dispensazione dei medicinali, oltre che nel campo dell'informazione sul farmaco.

In particolare i laureati in Farmacia:

  • hanno acquisito e sanno utilizzare le conoscenze chimiche, biologiche, farmacologiche, tecnologiche e legislative utili all'espletamento professionale del servizio farmaceutico nell'ambito del servizio sanitario nazionale;
  • interagiscono proficuamente, sulla base delle proprie conoscenze multidisciplinari, con tutte le figure previste nell'ambito delle professioni sanitarie;
  • hanno le competenze e le abilità necessarie a svolgere attività di preparazione e controllo dei medicinali.

La natura e l'ampiezza delle attività formative previste dal corso conferiscono altresì al laureato in Farmacia:

  • buona padronanza del metodo scientifico di indagine;
  • capacità di elaborare autonomamente, finalizzare ed applicare idee o procedure originali anche in contesti di ricerca.